01 feb 2011

Scherzava, ma non troppo...

"Adesso che è andato via Benitez, compro cinque giocatori!" scherzava Massimo Moratti a fine Dicembre, mentre ufficializzava l'arrivo in panchina di Leonardo, canzonando le richieste avanzate da Rafa Benitez dopo aver vinto il Mondiale per Club.
A un mese di distanza, possiamo dire che non era uno scherzo.

Dopo un'estate di immobilismo, l'Inter ha deciso di non stare a guardare. Perdere un'altra occasione di rinforzarsi non era proprio cosa, vista anche una non semplice situazione in classifica e i problemi di infortuni accusati dalla squadra. In un mese di calciomercato sono arrivati quei giocatori che mancavano, e che presentavano tutte le caratteristiche necessarie: di ruolo, giovani, di prospettiva e a un prezzo giusto.

Andrea Ranocchia, Giampaolo Pazzini, Houssine Kharja, Yuto Nagatomo, più i più giovani Luc Castaignos (in arrivo a Giugno) e Christoph Knasmullner.
Decisamente più costosi i primi due, ma anche i giocatori di maggior spessore. Un centravanti e un centrale difensivo. Presente e futuro della nazionale italiana, sono nomi tenuti sotto osservazione da tempo, e anticipati a oggi nell'acquisto (parole di Marco Branca) uno per il grave infortunio di Walter Samuel, l'altro per un buon prezzo (12 milioni più Biabiany) e la disponibilità della Sampdoria a trattare. Età giusta (classe '88 Ranocchia, '84 Pazzini), ambiziosi, di talento e soprattutto utili per colmare le più evidenti lacune della rosa.
Kharja e Nagatomo arrivano in prestito con diritto di riscatto a Giugno, da Genoa e Cesena (cui è andato in cambio Davide Santon, alla ricerca di se stesso). Classe'82 il marocchino e '86 il giapponese, sono due pedine a costo praticamente zero che forniscono alternative e profondità alla panchina, con caratteristiche uniche rispetto ai compagni. Centrocampista poliedrico in cerca di rilancio dopo una brutta esperienza sotto la lanterna Kharja, terzino ambidestro in ascesa e fresco vincitore della Coppa d'Asia col suo Giappone Nagatomo.
I restanti due sono giovanissimi classe '92. Castaignos è il talento del futuro del calcio olandese, e arriverà a Giugno dopo altri 6 mesi al Feyenoord da titolare per aggregarsi alla prima squadra. Costo tra i 2 e i 3 milioni di euro. Knasmullner è un centrocampista offensivo austriaco di scuola Bayern Monaco, arrivato a parametro zero dalla squadra bavarese. Incomprensioni con l'allenatore della squadra B (in cui vanta 38 presenze e 2 gol, più una panchina in Champions League contro il Cluj col Bayern) lo hanno portato a non rinnovare il contratto. Un suo ex allenatore di prestigio, Mehmet Scholl, lo definisce un talento senza limiti...intanto alla prima partitella con la prima squadra dell'Inter ha messo a segno una doppietta. I due rappresentano investimenti a lungo termine, da tutelare e far crescere con calma.

L'Inter aveva bisogno di forze fresche, sia per la stagione in corso, sia soprattutto per il futuro (vista la rosa decisamente da svecchiare). Sono arrivate.

Nessun commento:

Posta un commento