25 apr 2011

Danilo Luiz da Silva

Si parla tanto del Santos negli ultimi mesi, e a furia di studiare questa squadra si scopre che c'è anche qualcosa oltre i pubblicizzatissimi Ganso e Neymar.

Soprattutto, c'è il numero 22 Danilo.
Il ragazzo nato il 15 Luglio 1991 ha iniziato nell'America di Belo Horizonte e si è imposto come giovane rivelazione della squadra mineira, tanto da essere notato decisamente in fretta dal Santos.
Nella squadra paulista si ritaglia presto uno spazio destinato a diventare sempre più importante.
Buon fisico (184cm), grande corsa sia in fase difensiva che a supportare l'attacco, capacità di inserimento, progressione palla al piede, tecnica e buona visione di gioco soprattutto palla a terra le sue doti principali, che ne fanno un elemento poliedrico e decisamente prezioso. Nasce terzino destro, ma presto trova in mediana il suo ruolo principale, con qualche rara apparizione anche come esterno alto. Ultimamente ha iniziato a trovare anche la via del gol, mostrando ulteriori margini di crescita sotto il profilo offensivo.

Giovane si, ma con personalità e carattere. Si è imposto titolare appena arrivato, ha segnato gol importanti in Copa Libertadores, riesce a farsi notare giocando affianco ai maggiori talenti oggi in Brasile.
Ne sentiremo parlare.

7 commenti:

  1. ma secondo te può farlo il terzino? su questo avrei qualche dubbio...

    Roberto

    RispondiElimina
  2. Per la corsa che ha può, un pò come può farlo Essien per intenderci. Continuativamente in quel ruolo nn ce lo vedo

    RispondiElimina
  3. Ciao GDC ti volevo far presente che ho ripreso la tua scheda qui

    http://worldfootball.forumfree.it/?t=55401057

    RispondiElimina
  4. http://tuttoin90minuti.blogspot.com/2011/06/finisce-la-favola-del-cerro-porteno.html

    RispondiElimina
  5. finale e Libertadores pazzesche per lui

    RispondiElimina
  6. Ma è al Benfica ufficiale?

    RispondiElimina